247_cop-mq33.jpg
Chi è online
 10 visitatori online
Ricerca Articoli
Meteo Arvalia
Nuove foto!
Login
Partners
logo-aeci Aero Club D'Italia 
logo-coni Comitato Olimpico Nazionale Italiano
logo-fai Federazione Aeronautica Internazionale
logo-fiam Fabbrica Italiana Associazioni Modellistiche
Home
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
News - News Associazione

edge_ch1Ecco, invece, cosa prevede la bozza del nuovo Regolamento ENAC sulla materia che ci riguarda più da vicino: gli aeromodelli.

 

 

 

SEZIONE VI
Aeromodelli
Art. 28

Generalità
1. L’aeromodellista ai comandi dell’aeromodello ha la responsabilità di utilizzare il mezzo in modo da rispettare le regole dell’aria, non arrecare rischi a persone o beni a terra e ad altri utilizzatori dello spazio aereo, mantenere la separazione da ostacoli, evitare collisioni in volo e dare precedenza a tutti.
2. L’aeromodellista è responsabile di ottemperare agli obblighi relativi e a ottenere le eventuali autorizzazioni per l’utilizzo dello spettro elettromagnetico impegnato dal radiocomando.
3. Non è richiesta riserva di spazio aereo se gli aeromodelli hanno:
a. massa al decollo massima minore di 25 kg;
b. massima superficie alare di 500 dm2;
c. massimo carico alare di 250 g/dm2;
d. massima cilindrata totale dei motori a pistoni di 250 cm3; o massima potenza totale dei motori elettrici 15 KW o massima spinta totale dei motori a turbina di 25 kg (250 N) o massima potenza totale motori turboelica 15 KW;
e. aeromodelli a volo libero o a volo circolare vincolato; o
f. aerostati ad aria calda con peso totale del contenitore di gas trasportato per i bruciatori non superiore a 5 kg
e se l’attività rispetta i seguenti requisiti:
g. sia effettuata di giorno e l’aeromodellista mantenga un continuo contatto visivo con l’aeromodello, senza aiuto di dispositivi ottici e/o elettronici;
j. sia effettuata in aree non popolate opportunamente selezionate dall’aeromodellista, di raggio massimo di 200 m e di altezza non superiore a 70 m, in spazi aerei non controllati, ad una distanza di almeno 3 Km dal perimetro di un aerodromo. Non è consentito il sorvolo delle aree proibite o regolamentate.

In caso di traffico interferente di altro utilizzatore dello spazio aereo, l’aeromodello non ha diritto di precedenza e deve essere portato ad una altezza di sicurezza tale da non interferire con l’altro aeromobile.
4. Nel caso non siano soddisfatte una o più condizioni del paragrafo 3, l’attività di volo deve essere effettuata in aree istituite da ENAC per attività aeromodellistiche o, in alternativa, in spazi aerei riservati a fronte di specifica richiesta.
Inoltre, nel caso non siano soddisfatte le limitazioni sul peso o sulla potenza di propulsione, l’aeromodellista deve avere almeno 18 anni e deve essere titolare di una abilitazione al pilotaggio di aeromodelli radiocomandati rilasciata da una scuola certificata dall’Aero Club d’Italia.
5. L’aeromodellista deve rispettate le eventuali disposizioni emesse dalle amministrazioni locali competenti.
6. Le manifestazioni aeromodellistiche e l’esercizio degli aeromodelli nel corso delle manifestazioni aeromodellistiche devono essere effettuati in ottemperanza alle disposizioni emesse dall’Aero Club d’Italia.
7. Per le operazioni di aeromodelli spaziali (razzo modelli) non dotati di sistemi che ne permettano il controllo da parte dell’aeromodellista deve essere richiesto riserva di spazio aereo all’ENAC.
8. Gli aeromodelli utilizzati in luoghi chiusi ,“spazio indoor”, non rientrano nelle previsioni del presente regolamento.

Ultimo aggiornamento (Lunedì 23 Marzo 2015 13:26)

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information